martedì 25 novembre 2014

Il mio primo CONTEST con Pastificio FERRARA

Per sapere del Contest di cui sotto la locandina vi invito ad andare sulla pagina FB del sito
                                  PASTA FERRARA



Se pure con qualche giorno di ritardo oggi voglio parlarvi della mia visita al Pastificio Ferrara
sito nella zona industriale di Nola ,.. una  realta' che pur essendo napoletana io non conoscevo,
Nasce nel  lontano 1883 nell'agro nolano,,partiti da .. un  classico Mulino con annesso pastificio..diventa per la grande competenza della Famiglia Ferrara un'azienda  leader nel settore
grazie anche alle loro molteplici invenzioni brevettate...come ad esempio la macchina rotativa per l'incarto...la macchina essiccatrice orizzontale per paste alimentari..fino ad arrivare ai giorni ns
con Guido Ferrara (morto in settembre),ideatore dell'alta temperatura per l'essiccamento,un metodo che accresce notevolmente la qualita' del prodotto.
In questo stabilimento Luca Ferrara (figlio di Guido) ha deciso di installare un impianto per la produzione combinata di energia elettrica e termica,..questo sistema ottimizza l'utilizzo di combustione da fonte convenzionale(metano) e consente la riduzione dell'emissione di gas ad effetto serra ed un considerevole risparmio energetico!!
Io ho avuto la fortuna di visitaRE  per intero tutto lo stabilimento ed ho visto queste realta'
Mai avrei pensato quanto lavoro  ci potesse essere dietro un pacco di pasta...
si inizia con l'arrivo della semola,controllata in laboratorio in ogni sua parte
cosi' pure avviene per l'acqua..
si passa poi a bagnare poi a miscelare, impastare,togliere una percentuale d'acqua poi il vapore che si forma, sempre gradatamente,e poi ancora altra..
son certa di tralasciare alcuni passaggi ma sarebbe impossibile ricordare tutto,anche se vi assicuro
è stata una GRAN bella esperienza...
Ora mi tocca mettermi in gioco e cercare di preparare una ricetta per il contest!!

Grazie a Luca Ferrara che ha aperto le porte della sua Azienda a noi Foodblogger ,siamo stati
ospiti alla sua tavola ad assaggiare della buonissima pasta (brevettata),
Grazie al Signor Brancaccio ed alla Dott.ssa biologa (di cui mi scuso non ricordo il nome) per aver cortesemente risposto alle ns numerose domande
E Grazie a Luigi Esposito(ufficio stampa) per aver reso reale tutto cio'!!







 area totale di circa 100.000 mq di cui 35.000 coperti l’opificio è stato costruito con le più innovative tecniche edilizie attualmente esistenti, garantendo igiene e sicurezza.
“Pasta Ferrara” vanta anche cinque formati originali brevettati: Tirasugo, Siamesi, Di 5 in 5, Bucatini elicoidali e Pietre del Vesuvio.

4 commenti:

Oggivicucinocosi ha detto...

Bella esperienza visitare un pastificio. Mio papà era capo pastaio,responsabile della produzione della pasta, mi hai fatto tornare indietro nel tempo con il tuo post.Grazie , un bacione!

EMI ha detto...

bellissima esperienza...eravamo insieme!!! hihihi ^^

Luna B ha detto...

Wow che magnificenza in questo pastificio e chissà che bella esperienza è stata la tua! Complimenti e aspettiamo ricette con tutta la pasta che ti è stata donata :)

carmencook ha detto...

Che bella esperienza Enza!!
Grazie mille per averla condivisa!!!
Un caro abbraccio e buona serata
Carmen